matura

Voto alle donne, scacchi, Eco e funzioni: Sara alla prova… della #maturità2016

Anche quest’anno gli esami di maturità stanno facendo discutere, come al solito, soprattutto sui social. Quest’anno, però, come non mi era mai capitato, ho rivissuto quei momenti, di cui ricordo soprattutto l’ansia di chiudere un ciclo con soddisfazione e la voglia di andare all’Università!

Ma cosa ne pensano i maturandi?
Sara è una studentessa di un Liceo Scientifico di Milano, ha la passione per il canto, e come tante sue coetanee ama la musica, la pallavolo e addirittura la matematica, che studia con Redooc!
Ecco cosa ci ha raccontato.

Allora Sara, come sono andate queste due prove?
«Bene, anche se ho faticato un po’, soprattutto per la seconda prova di matematica. Il primo giorno è stato un misto fra ansia e paura. Eravamo tutti lì a sperare in qualche traccia semplice.
Personalmente ero indecisa fra il voto alle donne ed Umberto Eco, alla fine ho scelto Eco perché ho sentito di volermi cimentare in qualcosa di più difficile per me, volevo mettermi alla prova… So che può sembrare strano ma credo di aver fatto la scelta giusta».

E la seconda prova come è andata? Meglio i problemi o i quesiti?
«È andata bene, anche se quando ho letto il primo problema sono andata un po’ in panico. Era abbastanza difficile. Ho ragionato un po’ su quali potessero essere le modalità per risolverlo, mi sono detta: “Sara ce la puoi fare, fai un respiro profondo e stai tranquilla”. Dopo circa mezz’ora, però, ho deciso che l’amministratore di condominio avrebbe dovuto cavarsela da solo e ho preferito risolvere il problema 2. Molto meglio, ero molto preparata sullo studio di funzione che avevo ripassato su Redooc… Quindi, è stato piuttosto semplice risolverlo.

I quesiti, invece, erano davvero tosti, leggendoli sono andata un po’ in paranoia. Poi pian piano ne ho scelti 5 e li ho risolti. Bastava calmarsi e fare le cose per bene. All’uscita tutti i miei compagni avevano avuto le mie stesse difficoltà, abbiamo iniziato a guardare le soluzioni online e a odiare gli amministratori di condominio e gli scacchi!».

Come ti stai preparando per terza prova e orali?
«Prima mi concedo un giorno di riposo. Appena sono tornata a casa mi sono buttata sul letto e ho dormito come non mai! Poi faccio un ripasso generale per la terza prova e mi concentro anche sugli argomenti che sono usciti nelle due prove, casomai avessi sbagliato qualcosa.
Sono un po’ preoccupata per gli orali, perché non sono molto brava a parlare in pubblico e so già che mi farò prendere dal panico. Dall’altra parte però non vedo l’ora di finire gli esami per godermi finalmente l’estate, anche se in verità dovrò iniziare a ripassare per i test d’ingresso all’università.
Ma non ci voglio pensare, per ora mi godo questo viaggio!».

Grazie Sara e in bocca al lupo a tutti i Maturandi!

Articolo tratto da 27esimaora.corriere.it