Home > Mindfulness e Matematica > Neuroscienze > Mindfulness: “Non prenderla sul personale” – Il webinar

Mindfulness: “Non prenderla sul personale” – Il webinar

webinar mindfulness

Redooc, insieme all’esperta di Mindfulness Valentina Giordano, ha organizzato il webinar “Non prenderla sul personale”, presentando suggerimenti di Mindfulness per entrare in relazione con gli adolescenti.

Valentina Giordano è una Mindfulness & MBSR Teacher del Center for Mindfulness della University of Massachusetts Medical School. Valentina è insegnante di meditazione e di pratiche contemplative e si è formata all’insegnamento della Mindfulness a bambini, adolescenti e insegnanti in California. Conduce ciclicamente il programma MBSR per la riduzione dello stress, ha una rubrica sulla 27esimaora del Corriere della Sera ed è autrice per Sperling & Kupfer del libro di mindfulness “I GENITORI PERFETTI NON ESISTONO”.

Cosa vuol dire Mindfulness?

“Mindfulness è la capacità di essere presenti, di essere a contatto con quello che accade nel nostro presente, si tratta di una capacità innata. Mindfulness è anche la capacità di essere radicati nel presente. La mente tende a muoversi, a spostarsi dal presente verso il passato o il futuro. Questo movimento della mente è chiamato dalla scienza mind wondering. Le pratiche meditative aiutano ad essere ancorati al presente”

Qual è il rapporto della mindfulness con il titolo del webinar: “Non prenderla sul personale”?

“Dovremmo imparare a non identificarci con tutto quello che ci accade poichè spesso tendiamo a prendere use personale le cose che accadono. La pratica ci invita quindi a non sovrapporre il nostro ego con quello che sta succedendo, prendendo quello che ci accade semplicemente come un evento. Quando ci si relaziona con gli adolescenti, bisogna considerare che non hanno un sistema nervoso completamente formato e non hanno quindi gli stessi strumenti degli adulti per decodificare la realtà e reagire agli eventi.”

Qual è il ruolo delle neuroscienze?

“Le neuroscienze, già da diversi anni, stanno dimostrando la neuroplasticità ovvero il fatto che il nostro cervello non ha una struttura fissa ma è plastico, ovvero si rimodella continuamente in base alle esperienze che viviamo. È stato studiato che l’esperienza della meditazione, aiuta a cambiare alcune aree e ad abbassare il livello di reattività. E questo vale per tutti, anche per il cervello degli adolescenti.

Il Cervello degli adolescenti – Dan Siegel

E qual è invece il ruolo della pratica?

“La pratica perfeziona, e dunque diventiamo sempre più bravi nelle cose che facciamo ripetutamente. Questo concetto vale però sia in positivo che in negativo. Diventiamo infatti “esperti” e percorriamo gli stessi percorsi e questo vale per esempio anche per le emozioni negative, come la rabbia. Ma è importante ricordare che siamo liberi di percorrere circuiti diversi, ad esempio facendo una pausa e interrompendo il collegamento tra lo stimolo e la risposta. La pratica meditativa è un allenamento, è un training continuo volto a riportare l’attenzione al presente.”

Puoi rivedere il webinar “Non prenderla sul personale” qui

I riferimenti di Valentina

Ascolta il podcast di Valentina “HABITS FOR HAPPINESS”: https://open.spotify.com/show/5TYiv2JBZWjbAoedlYLnmJ
Scopri il sito di Valentina: https://www.goasariver.com
Iscriviti alla newsletter di Valentina per ricevere l’eBook gratuito “IL DONO DELLA CALMA”: https://www.goasariver.com/#newsletter

Scopri il calendario dei webinar gratuiti di Redooc qui

Commenti

Guarda anche
webinar di inglese
Webinar di Inglese: grammatica, vocabolario, letteratura
calendario webinar
Calendario webinar gratuiti per docenti
Impara giocando
Impara giocando con Redooc e Geomag