GcomeGiocare redooc Editouch CompitiAmo

Compiti, un Gioco da Ragazzi!

Per affrontare il tema dei compiti, che riguarda tutte le famiglie con bambini e gli operatori del settore educativo, abbiamo deciso di porvi due domande tra loro profondamente legate:

• Vi siete mai chiesti come mai certi bambini (e non escludiamo che possa trattarsi anche dei vostri figli) protestano e si oppongono allo svolgimento dei compiti?
• Vi siete ma chiesti come mai praticamente tutti i bambini (e questa volta siamo certi che possa trattarsi anche dei vostri figli), nella gran parte delle attività di gioco si divertono e vorrebbero non smettere mai?

La risposta, o meglio le risposte, possono sembrare apparentemente scontate come forse banale può apparire la loro formulazione. Lo è di meno la dinamica che le accomuna e che costituisce la chiave di successo di un certo modello di comportamenti.
Molti bambini faticano nello svolgimento dei compiti e, generalizzando un po’, nelle attività di apprendimento scolastico, poiché le trovano fondamentalmente noiose e, in un numero rilevante di casi, poco gratificanti.
Per capire alcune delle ragioni di questi problemi può essere d’aiuto il video di Sir Ken Robinson che ci parla di pensiero divergente e della necessità di ripensare il sistema scolastico
https://www.youtube.com/watch?v=SVeNeN4MoNU

Alla seconda delle domande poste inizialmente si risponde con definizioni esattamente opposte: il gioco, attraverso l’alchimia del divertimento, incontra l’innato bisogno del bambino di soddisfare le proprie curiosità e con il successo dei risultati lo nutre di gratificazioni rendendosi ai suoi occhi piacevole e reiterabile.
In pratica la “freccia” si muove lungo lo stesso asse ma in direzione contraria!
Anche qui può essere d’aiuto la visione di un video che mostra perché le cosiddette “classi capovolte” spesso risultano più incisive ed efficaci.
Queste e molte altre caratteristiche dei nostri comportamenti, hanno trovato spiegazioni fondate anche nelle scoperte di carattere neuroscientifico.
Ed è proprio grazie a tali scoperte che sono stati compiuti grandi passi in avanti nella gestione e compensazione di quelle difficoltà e disturbi che certi bambini hanno, quando studiano utilizzando solo le tradizionali attività: leggi, ripeti, memorizza, impara.
In fondo, è quello che, da bambini, abbiamo fatto e dovuto fare più o meno tutti. Ossia tutti, a scuola, abbiamo dovuto fare le stesse cose, nello stesso modo, nello stesso momento e con gli stessi tempi. Ma questo schema non fa un po’ a pugni con la tanto declamata “unicità dell’individuo?”
Bene, a partire da questa premessa un po’ provocatoria, il 21 novembre alle 16.00 nella sala Asia a G come Giocare, insieme agli educatori di CompitiAmo, al team di Redooc ed ai professionisti di Digitally Different abbiamo parlato proprio di questo scoprendo come impostare un nuovo metodo di studio che attraverso l’innovazione della tecnologia e l’impiego del tablet EdiTouch consenta ai ragazzi, delle scuole primarie e secondarie, di affrontare lo studio in maniera piu’ efficace e perche’ no… piu’ divertente!
Attraverso i consigli proposti dai tutor dei compiti di CompitiAmo, gli efficaci e divertenti video ed esercizi di matematica di Redooc e gli strumenti resi disponibili dal tablet EdiTouch vi mostreremo un modo diverso di apprendere.
E come dice il Prof. G. StellaLa scuola non va bene per tutti ma se va bene per i dislessici quel modello andrà bene per tutti“. Scuola amica, perché la scuola è la casa dei bambini, è la casa dell’apprendimento.
CompitiAmo si occupa di offrire supporto a tutti gliI studenti che necessitano di acquisire maggiore efficacia e autonomia nello svolgimento dei compiti con particolare attenzione a coloro che necessitano di didattica e strumenti compensativi, in presenza di disturbi specifici dell’apprendimento (DSA). Ognuno di noi ha uno stile di apprendimento proprio e un canale di accesso alla conoscenza privilegiato: Compitiamo lavora nel rispetto di queste competenze e delle caratteristiche individuali, Perche’ la didattica diventi personalizzata e costruita sui punti di forza dello studente
Redooc e’ un marchio di StarRock s.r.l., una Start Up Innovativa a vocazione sociale che si occupa di facilitare l’apprendimento delle materie scientifiche (le cosidette STEM), a partire dalla matematica, grazie a video lezioni e esercizi tutti spiegati, come un grande gioco online.
Digitally Different Srl e’ iscritta al registro delle startup innovative della Camera di Commercio di Milano e si occupa di sviluppare soluzioni per una cultura piu’ inclusiva. Ha sviluppato il tablet EdiTouch per il mondo education avvalendosi anche del contributo di professionisti nell’ambito dell’insegnamento e di specialisti nel trattamento dei disturbi specifici dell’apprendimento. EdiTouch e’ l’unico prodotto validato scientificamente dal Servizio Sanitario Nazionale (ASL Roma D) su 400 studenti che ha confermato la maggior efficacia di EdiTouch rispetto agli altri strumenti e dispositivi disponibili sul mercato.
Grazie Antonia Frustagli e Marco Iannacone!